Laboratori di ricerca

Laboratorio di Archeologia
Il Laboratorio di Archeologia rappresenta una delle sedi più significative per lo sviluppo dell’attività didattica e di ricerca archeologica. Infatti negli ambienti che costituiscono il laboratorio si svolgono ogni anno corsi di elaborazione grafica di materiale archeologico che vede la partecipazione in gruppo di numerosissimi studenti non solo laureandi in materie antichistiche. L’acquisizione delle tecniche del disegno è uno dei mezzi insostituibili per un corretto studio di ogni classe di materiale e quindi è estremamente importante che possa essere offerto un insegnamento qualificato. Inoltre il Laboratorio è il luogo dove si tengono durante l’anno accademico seminari teorico pratici relativi allo studio dei reperti ceramici vitrei e metallici provenienti dagli scavi dell’Università,previo il lavaggio e la catalogazione dei singoli esemplari. Infine la conservazione nei locali del laboratorio della documentazione grafica, fotografica ed informatizzata relativa alle attività di scavo e ricerca dei docenti contribuisce a qualificare il laboratorio come un centro di didattica e di ricerca, che vede anche la partecipazione di studiosi di paleobotanica ed archeozoologia assai formativa ed arricchente a livello didattico-scientifico.
Laboratorio di Cartografia
Il Laboratorio Cartografico rappresenta una delle strutture tecnico-scientifiche più rilevanti per l'attività di ricerca e di didattica in campo geografico.
La carta rappresenta una forma di linguaggio specialistico ma universale e trasversale alle discipline (dalla storia all'archeologia, dalla geografia all'urbanistica, dalla pianificazione territoriale alla didattica), nonché un modello della realtà e una forma di potere.
Il Laboratorio opera a sostegno della ricerca scientifica e della didattica universitaria e post-universitaria; produce studi, ricerche e servizi, al fine di sviluppare conoscenze e tecnologie innovative nel settore della Cartografia, Geodesia, Topografia applicata e dei Sistemi Informativi Territoriali; promuove ricerche, Convegni e seminari; realizza cartografia a grande e piccola scala, Atlanti tematici e Mostre Geocartografiche; organizza manifestazioni scientifiche tese a diffondere la conoscenza e l'importanza della documentazione e degli strumenti cartografici per l’interpretazione della realtà territoriale e per la pianificazione degli interventi; raccoglie fonti documentarie cartografiche, topografiche e iconografiche italiane e straniere.
 
 
Laboratorio di Letteratura Italiana - Niccolò Tommaseo

Il laboratorio di Letteratura italiana intende proporsi come luogo di ricerca sui testi della tradizione, dalle origini fino all’età contemporanea. Il laboratorio promuove anzitutto lo scambio e il confronto fra i docenti del Dipartimento, organizzando seminari dedicati in primo luogo agli studenti, coinvolti attivamente sin dai primi anni del loro percorso universitario. 
I seminari sono organizzati secondo tre tipologie differenti: 1) Incontri tenuti dai docenti del Dipartimento, secondo le linee di ricerca che caratterizzano la loro attività scientifica; 2) Incontri affidati, con cadenza regolare, a docenti invitati da altri atenei nazionali e stranieri; 3) Incontri tenuti, anch’essi con cadenza regolare, da laureandi triennali e magistrali, e da ricercatori in formazione (dottorandi e assegnisti), che relazionano sullo stato di avanzamento delle loro tesi e sugli sviluppi delle loro ricerche. In particolare, il seminario svolge per i laureandi anche libera funzione integrativa della didattica curricolare, abituandoli all’esposizione dell’attività di ricerca e stimolandoli alla discussione collegiale, oltre che al confronto fra metodi d’indagine differenti (dalla stilistica alla critica tematica alla ricostruzione storica, con aperture verso la comparatistica, la tradizione filosofica, i culturale i gender studies, ecc.).
Il laboratorio si impegna, inoltre, nell’organizzazione di convegni nazionali e internazionali, nonché nella pubblicazione di volumi collettanei o monografici sulle ricerche in corso; mantiene inoltre rapporti costanti con le scuole superiori, per i cui docenti organizza attività di formazione in itinere.
Laboratorio di Ricerca e Didattica della geo-storia
Il Laboratorio di Ricerca e Didattica della Geo-storia nasce e si sviluppa dall’esperienza maturata all’interno della SSIS del Veneto, esperienza che ha mostrato come sia necessario costituire centri di ricerca e sperimentazione didattica per la formazione iniziale e continua degli insegnanti.

Il Laboratorio si pone quindi come luogo di incontro fra gli esperti accademici del sapere storico-geografico e i professionisti della scuola. A tal fine organizza in sede seminari, conferenze e corsi di aggiornamento a tema. Inoltre – su richiesta delle singole scuole - propone interventi mirati negli Istituti che ne fanno richiesta.

Ha svolto e svolge una funzione di coordinamento nell’ambito di iniziative didattiche già esistenti per il settore geo-storico, istituendo una rete di collaborazioni reticolari con istituzioni e associazioni quali:
- l’Ufficio Scolastico Regionale del Veneto 
- l’Ufficio Scolastico Provinciale di Verona
- il Centro di Eccellenza per la Ricerca l’Innovazione e la Formazione avanzata dell’Università Ca’ Foscari di Venezia
- l’Archivio di Stato di Verona
- la Biblioteca Civica e la Biblioteca Capitolare di Verona
- il Centro per la documentazione della storia della Valpolicella
- l’Accademia di Agricoltura Scienze Lettere e Arti di Verona
- l’Associazione Insegnanti di Geografia
- Reti medievali

Il Laboratorio dispone di uno spazio fisico reale e di uno virtuale in rete.
Nello spazio fisico  trovano al suo interno collocazione risorse di diversa tipologia:
- una raccolta di libri di didattica e metodologia
- una raccolta di manuali della scuola secondaria di primo e secondo grado
- una raccolta dei programmi ministeriali di storia e geografia dall’unità d’Italia ad oggi
- una raccolta di dossier di fonti
- una raccolta di materiali didattici strutturati (progettazioni annuali, percorsi a tema, esercizi …) sia su supporto cartaceo che multimediale.
Per la consultazione e il prestito di tali materiali si può contattare il responsabile prof. Silvino Salgaro (silvino.salgaro@univr.it; 045-8028272) 

Il sito contiene sia materiali direttamente e liberamente scaricabili dall’utente, sia materiali scaricabili tramite inserimento di password da richiedere all'indirizzo e-mail sara.scalia@univr.it
 
Laboratorio LaMeDan
Il LaMeDan si prefigge i seguenti scopi: 1) mettere a disposizione degli studiosi i dati e i materiali che verranno raccolti, schedati e archiviati durante i progetti di ricerca, anche attraverso la realizzazione di un apposito sito web; 2) valorizzare la strumentazione acquisita per permettere nuove campagne di ricerca e di acquisizione; 3) costituire un centro di raccolta di fondi e sussidi bibliografici di interesse specifico per consentire la diffusione del sapere negli specifici ambiti legati ai progetti di ricerca; 4) costituire un centro di raccolta, riordino e catalogazione di materiali, schede d’archivio, microfilm, repertori fotografici, riproduzioni digitali, messi a disposizione da studiosi e da privati che vogliano valorizzare e promuovere la propria esperienza di ricerca; 5) promuovere attività seminariale e di didattica di base per gli studenti a partire dai primi anni della loro carriera universitaria; promuovere iniziative di divulgazione e promozione delle attività del laboratorio in ottica di terza missione (illustrazione e promozione del sito web e delle sue potenzialità negli istituti superiori; realizzazione di attività seminariali per gli studenti di Liceo; attività di aggiornamento e formazione per i docenti delle scuole superiori).
Laboratorio LANIAC
Il Centro LANIAC (Laboratorio di Analisi Non Invasive per l'Arte antica, moderna e contemporanea) è stato istituito dal Dipartimento Tempo Spazio Immagine Società (TeSIS) dell'Università degli Studi di Verona.

Il Centro LANIAC ha finalità di ricerca in merito alla diagnostica dei beni culturali nei campi storico-artistico; archeologico; archivistico-librario e in ambiti interdisciplinari.

 
Il Centro LANIAC svolge attività di indagine, di ricerca, di consulenza, di progettazione e di formazione rispetto ai suoi specifici ambiti di interesse. Nello svolgimento delle sue attività, il Centro LANIAC collabora con soggetti pubblici e privati.
L’attività prevede di:
- effettuare indagini non invasive sui manufatti artistici, archeologici, archivistico-librari;
- organizzare iniziative di ricerca in collaborazione con altre strutture dell’Ateneo di Verona e con altre Istituzioni, per mostre, convegni, pubblicazioni, ecc.;
- coniugare le esigenze della ricerca con quelle della didattica per seminari, lezioni, convegni presso l’Università di Verona e con altre Istituzioni;
- dare vita a prodotti editoriali di alta qualità scientifica, portando avanti la collana già esistente (“Quaderni del LANIAC”);
- contribuire alla formazione di personale qualificato tramite seminari, scambi culturali ed attività didattiche sperimentali;
- favorire occasioni di confronto con esperienze analoghe in ambito nazionale ed internazionale; agevolare i rapporti con soprintendenze, musei e istituzioni attive nel settore dei beni culturali.
Laboratorio LaTeC

Il Laboratorio LaTeC rappresenta una delle strutture più rilevanti per l'attività di ricerca e di didattica in ambito linguistico e psicolinguistico dell’Ateneo di Verona. LaTeC accoglie l’attività di ricercatori interessati alla dimensione cognitiva del linguaggio e delle patologie ad esso correlate.

Il Laboratorio sostiene la ricerca scientifica e la didattica universitaria e post- universitaria; produce studi, ricerche e servizi per l’avanzamento delle conoscenze in ambito linguistico e psicolinguistico; progetta e implementa protocolli sperimentali per lo studio del processing linguistico, e per la diagnosi e il trattamento dei disturbi del linguaggio e dell’apprendimento; progetta ricerche sul rapporto lingua, testo e cognizione con una particolare enfasi sulle dinamiche di testualizzazione della memoria e dei meccanismi comunicativi che presiedono alla formalizzazione narrativa e dialogica; promuove convegni, workshop e seminari; organizza manifestazioni scientifiche volte a diffondere i risultati della ricerca e a incentivare il dialogo fra università, sistema scolastico e sanitario.

Il Laboratorio fornisce annualmente corsi di formazione teorico-pratica nell’ambito dei disturbi dell’apprendimento e di alcune patologie del linguaggio (in particolare della dislessia evolutiva), dell’acquisizione delle lingue e del bilinguismo, rivolti agli studenti di Corsi di Studio di ogni livello (anche TFA e PAS) e a docenti del Centro Linguistico di Ateneo. LaTeC fornisce inoltre attività didattica nell’ambito della narratologia, con declinazioni di tipo cognitivo. L’attività di formazione è altresì rivolta ai collaboratori del Centro Servizi per studenti disabili di Ateneo.