Dottorato in Filologia, Letteratura e Scienze dello Spettacolo

Presentazione

Il Dottorato in Filologia, Letteratura e Scienze dello Spettacolo intende definire un preciso ambito di ricerca, relativo all’area della storia letteraria e delle discipline legate al testo e alla performance. L’arco cronologico e tematico coinvolto comprende l’età antica, medievale, moderna e contemporanea; il campo di indagine riguarda le letterature europee ed extraeuropee.
Sono dunque al centro dell’interesse scientifico del Dottorato il TESTO LETTERARIO, le OPERE DELLO SPETTACOLO e la loro TRADIZIONE. Il focus è rivolto al testo, orale o scritto, nella sua dimensione diacronica e sincronica e secondo una prospettiva storico-letteraria, filologica, di storia della lingua e dei generi, della produzione artistica e culturale.
Su un fecondo piano dialettico, i settori scientifico-disciplinari del Dottorato hanno modo di identificarsi in una comune modalità di analisi, volta alla puntuale ricerca sul ‘testo’ in poesia o in prosa nonché sul testo documentario e paraletterario, sulla ‘partitura’, sui ‘testi filmici’ e sulle drammaturgie antiche e moderne, sulla loro produzione, ricezione, e diffusione. Si tratta di una vocazione fortemente radicata dentro una tradizione di studi che ha da sempre posto in dialogo le scienze che indagano i prodotti della letteratura e delle arti dello spettacolo (la musica, il teatro, più recentemente il cinema).
All’interno delle tradizioni antiche greco-latine, mediolatine e medievali, umanistico-rinascimentali, moderne e contemporanee in lingua italiana e nelle lingue della tradizione europea ed extraeuropea in una prospettiva di comparazione, gli specialisti delle varie aree cronologiche e tematiche hanno trovato un imprescindibile terreno comune. Questo scambio interdisciplinare è reso altamente produttivo dagli apporti dell’ermeneutica testuale, dell’analisi filologica e linguistica, storico-culturale, di produzione, trasmissione e ricezione. Le ricerche intorno alla comunicazione e alla fruizione del testo (scritto e orale, messo in musica, portato sulla scena e sullo schermo) e al contesto culturale che lo ha prodotto (figure della storia letteraria, editori, musicisti, attori, ecc.) sono parte integrante del progetto e del percorso di studio.
Il piano formativo del Dottorato mira alla creazione di ricercatori e studiosi di alto livello con profilo specialistico valido sul piano nazionale e internazionale, che abbiano acquisito, alla fine del ciclo triennale, i fondamenti metodologici dell’analisi teorica, dell’interpretazione letteraria, della filologia e della sua storicizzazione, nonché le tecniche e i saperi relativi all’edizione, classificazione e catalogazione dei testi propri dell’ambito letterario e delle discipline dello spettacolo (anche con l’ausilio delle tecnologie e dei più moderni sussidi informatici). Più nel dettaglio: gli ambiti di studio nei quali troveranno applicazione le ricerche dei Dottorandi sono la filologia, le lingue e le letterature classiche, medievali-umanistiche greca e latina, la filologia e la linguistica romanza, la filologia italiana, la storia della lingua italiana e la letteratura italiana dalle origini ai nostri giorni, l’analisi comparata delle letterature, la musicologia, la teoria e la storia del teatro, del cinema e dei media, le tecniche della composizione letteraria (retorica, stilistica, metrica), il commento ai testi.
Il processo di apprendimento del Dottore di Ricerca si sviluppa attraverso attività seminariali specialistiche, unite a incontri di formazione comune (lezioni, esercitazioni, conferenze), ispirati a un forte carattere d’interdisciplinarità scientifica e metodologica.
*
Le conoscenze e le competenze acquisite dai giovani ricercatori s’inseriscono a pieno titolo nel percorso di una carriera scientifica nel contesto accademico, o in altre sedi di ricerca, focalizzata lungo le direttive disciplinari sopra descritte; tali conoscenze e competenze mirano inoltre a fornire al giovane che abbia conseguito il titolo di Dottore di Ricerca un profilo intellettuale professionalizzante specifico e spendibile nel quadro della produzione culturale in senso lato: dall’industria editoriale, al giornalismo, ai vari settori della comunicazione; dallo studio alla conservazione dei supporti manoscritti e a stampa (papirologia, paleografia, biblioteconomia, archivistica) e di tutta la produzione paratestuale ad essi correlata; fino a quegli ambiti lavorativi pubblici e privati che richiedano figure professionali con competenze culturali di matrice umanistica e con comprovate abilità nella gestione, rielaborazione e produzione di testi e di informazioni.
 
 

Scheda del corso

Tipo
Dottorati di ricerca
Durata
3 anni
Classe di appartenenza
DOTTORATI - Classe per i Corsi di Dottorato (Ateneo)
Organo di controllo
Collegio dei Docenti del Dottorato in Filologia, Letteratura e Scienze dello Spettacolo
Sede
VERONA
Scuola di Dottorato
Scienze Umanistiche
Dipartimento di riferimento
Culture e Civiltà
Macro area
Scienze Umanistiche
Area disciplinare
Lettere, Arti e Comunicazione

Offerta formativa