Gruppi di ricerca

FRESCO - Affreschi staccati: restauro e conservazione

Monica Molteni
Ricercatore
Argomento Area di ricerca ISI-CRUI
Storia del restauro, Storia delle tecniche artistiche, Diagnostica non invasiva, Letteratura artistica Art & Architecture  -  Art & Architecture
Titolo Responsabili Fonte finanziamento Data inizio Durata (mesi) 
Affreschi staccati: restauro e conservazione Monica Molteni 15/01/2018 36
Nome Descrizione
Laboratorio LANIAC Il Centro LANIAC (Laboratorio di Analisi Non Invasive per l'Arte antica, moderna e contemporanea) è stato istituito dal Dipartimento Tempo Spazio Immagine Società (TeSIS) dell'Università degli Studi di Verona.

Il Centro LANIAC ha finalità di ricerca in merito alla diagnostica dei beni culturali nei campi storico-artistico; archeologico; archivistico-librario e in ambiti interdisciplinari.

 
Il Centro LANIAC svolge attività di indagine, di ricerca, di consulenza, di progettazione e di formazione rispetto ai suoi specifici ambiti di interesse. Nello svolgimento delle sue attività, il Centro LANIAC collabora con soggetti pubblici e privati.
L’attività prevede di:
- effettuare indagini non invasive sui manufatti artistici, archeologici, archivistico-librari;
- organizzare iniziative di ricerca in collaborazione con altre strutture dell’Ateneo di Verona e con altre Istituzioni, per mostre, convegni, pubblicazioni, ecc.;
- coniugare le esigenze della ricerca con quelle della didattica per seminari, lezioni, convegni presso l’Università di Verona e con altre Istituzioni;
- dare vita a prodotti editoriali di alta qualità scientifica, portando avanti la collana già esistente (“Quaderni del LANIAC”);
- contribuire alla formazione di personale qualificato tramite seminari, scambi culturali ed attività didattiche sperimentali;
- favorire occasioni di confronto con esperienze analoghe in ambito nazionale ed internazionale; agevolare i rapporti con soprintendenze, musei e istituzioni attive nel settore dei beni culturali.
Centro di ricerca Rossana Bossaglia

Tra i progetti realizzati si segnalano diverse mostre organizzate con musei, fondazioni e istituzioni italiane, come la mostra “Alfons Mucha e le atmosfere art nouveau” (Gruppo 24 Ore Cultura, Palazzo Reale di Milano, Palazzo Ducale di Genova) e il ciclo di mostre “Il collezionista di libri”, risultato di una convenzione stipulata con il Museo di Castelvecchio e il bibliofilo Corrado Mingardi. Il Centro porta avanti anche studi sulla grande decorazione rococò e neoclassica, avviati all’interno del PRIN 2010-2011, e la catalogazione di importanti collezioni private di pittura, scultura, fotografia, grafica e arti decorative del Novecento. Il Centro è partner attivo del progetto “Per la storia del restauro nel Novecento: Ottemi Della Rotta”, per il quale si occuperà dell'archiviazione e fruizione dei materiali raccolti e analizzati dal centro LANIAC del Dipartimento Culture e Civiltà dell'Università di Verona, ed è coinvolto nel Joint Project 2017 guidato dalla professoressa Monica Molteni, in collaborazione con il Museo di Castelvecchio di Verona, Palazzo Ducale a Mantova e il centro LANIAC.

I risultati dei progetti sono stati in parte resi noti attraverso articoli, cataloghi e volumi a stampa, in parte attraverso i database ospitati nel sito internet del Centro, di prossima attivazione (www.centrobossaglia.it).

Il Centro è dotato di una ricca biblioteca specializzata in storia e critica d'arte, nata a partire dal fondo personale creato da Rossana Bossaglia e arricchitasi nel corso del tempo grazie a donazioni di privati e di istituzioni pubbliche. Il patrimonio librario e archivistico del Centro è gestito dalla Biblioteca Ambrosoli del Dipartimento Culture e Civiltà dell'Università di Verona, che ne garantisce l'accesso e la fruibilità.

Attività

Strutture