Convegno "Prospettive di sostenibilità ed energia" a Bruxelles: collaborazione con il Dipartimento

  giovedì 7 settembre 2017
PROSPETTIVE DI SOSTENIBILITÀ ED ENERGIA
Come garantire la produzione di energia sostenibile per tutti



La questione ambientale è simile a quella dell’energia: come garantire la produzione sostenibile di energia per tutti. Questa è l’ipotesi centrale della conferenza internazionale che si terrà il 7 settembre a Bruxelles, nella sede della Regione del Veneto,  in Av. De Tervueren.
 
Sarà uno dei momenti principali del Global Forum per la Sostenibilità e l'Energia e promossi da Geoprogress, un'associazione Noprofit fondata in Italia da ricercatori di varie discipline e università, per contribuire al progresso dell'umanità.
 
Francesco Adamo, responsabile della Conferenza e presidente di Geoprogress, ha dichiarato che "un'energia sostenibile per tutti ha bisogno del riconoscimento dei diritti umani in un ambiente comune salubre". Ovviamente questo richiede non solo il rispetto degli impegni di Parigi sulla riduzione delle emissioni di carbone, ma anche la creazione di un fondo di compensazione permanente tra debitori e creditori rispetto all'ambiente.
 
Questa conferenza intende concentrarsi sulle esigenze di sicurezza energetica e di sostenibilità che devono essere affrontate dal mercato attuale, tenendo in considerazione le resistenze al cambiamento. In particolare, essa mira:
              
               • ad analizzare l'attuale geografia energetica, che comporta grandi differenze nei problemi energetici in diverse aree territoriali e richiede soluzioni diverse e complessivamente un nuovo rilancio della cooperazione per uno sviluppo sostenibile;
               • a discutere le strategie della sicurezza energetica nella sostenibilità e presentare politiche e regolamenti, a livello nazionale e internazionale.
 
Silvino Salgaro, docente di geografia dell’università di Verona, pone l’accento su come lo suo scopo della conferenza non sia solo quello di dare continuità al dibattito sulle questioni ambientali che dovrebbero essere costantemente sotto i riflettori degli studiosi e dei decisori pubblici, ma anche cercare di coinvolgere ulteriormente la comunità scientifica nei problemi globali.
 
Questa comunità dovrebbe contribuire non solo a trovare tecniche, produzioni e organizzazioni sempre più sostenibili, ma dovrebbe riuscire ad identificare e rimuovere le resistenze e gli ostacoli alla diffusione di tali tecniche, per la soddisfazione dei bisogni energetici di miliardi di persone.
 
Per maggiori informazioni e per il programma completo della giornata consultare il sito www.geoprogress.eu.