Laurea specialistica in Scienze pedagogiche

Corso disattivato

Teorie e tecniche di osservazione del comportamento infantile (2004/2005)

Pagine collegate
Codice insegnamento
4S00815
Docente
Manuela Lavelli
crediti
4
Settore disciplinare
M-PSI/04 - PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E PSICOLOGIA DELL'EDUCAZIONE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 2B dal 18-apr-2005 al 4-giu-2005.

Orario lezioni

Sem. 2B

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

L'insegnamento si prefigge di fornire le conoscenze teoriche e strumentali relative al metodo osservativo e alla sua utilizzazione nell'ambito della ricerca e della pratica educativa, nonché di favorire la familiarizzazione con alcune tecniche di osservazione del comportamento del bambino nei contesti educativi.
Il corso si articolerà sostanzialmente in due parti. La prima parte, dopo una riflessione sul rapporto teoria-osservazione alla luce del dibattito epistemologico, sarà dedicata alla presentazione dei diversi approcci teorici che utilizzano l'osservazione come metodo privilegiato nello studio dei processi di sviluppo. L'osservazione sarà presentata sia come metodo di ricerca e ricerca-intervento, sia come strumento di formazione personale per gli educatori. La seconda parte sarà focalizzata sull'illustrazione e l'applicazione esemplificativa di alcune fra le principali tecniche di osservazione utilizzate nell'ambito della psicologia dello sviluppo e dell'educazione.

Programma

- Cosa significa `osservare’?: `guardare’ e `osservare’; percezione e osservazione: meccanismi psicologici sottostanti; osservazione come metodo di ricerca e come tecnica di rilevazione di dati; osservazione come strumento di formazione.
- Dimensione epistemologica dell’osservazione: ruolo dell’osservazione nel processo di conoscenza; il mito dell’osservazione neutra; rapporto osservatore-sistema osservato.
- Cenni storici e fondamenti teorici dell’osservazione nella psicologia dello sviluppo e dell’educazione: biografie infantili nel XVIII e XIX sec.; metodi osservativi piagetiani; approccio etologico; approccio ecologico; approccio psicoanalitico; approccio etnografico; approccio interattivo-cognitivista.
- Metodologia dell’osservazione: simulazione di una ricerca-intervento che utilizza l’osservazione come tecnica di rilevazione dei dati.
- Tecniche di rilevazione osservativa: resoconto narrativo; check-list; schema di codifica; scala di valutazione; tecniche di osservazione indiretta.
- Validità e affidabilità della rilevazione osservativa: approcci quantitativi e qualitativi; fonti di distorsione nella raccolta e nell’analisi dei dati: possibilità di controllo.

Modalità didattiche:
Il corso sarà strutturato in lezioni teoriche gestite in modo interattivo ed esercitazioni pratiche. Queste ultime, fondate prevalentemente sull'osservazione e l'analisi di filmati relativi all'interazione fra pari e con l'adulto nel contesto educativo (Nido, scuola materna, scuola elementare) permetteranno di applicare alcune tecniche di osservazione presentate. Gli interessati avranno inoltre l'opportunità di esercitazioni individuali di osservazione e codifica sia da materiale videoregistrato che sul campo.

Bibliografia:
1) Camaioni L., Aureli T. e Perucchini P., Osservare e valutare il comportamento infantile, Il Mulino, Bologna, 2004.
2) D’Odorico L. e Cassibba R., Osservare per educare, Carocci, Roma, 2001 +
3) Cassibba R. e Salerni N., Osservare i bambini: Tecniche ed esercizi, Carocci, Roma, 2004.
4) Un articolo di ricerca che utilizza l’osservazione come metodo o come tecnica di rilevazione dei dati, da concordare secondo gli interessi del singolo specializzando.
La bibliografia resta invariata anche per i non frequentanti.

Modalita d'esame

La prova d’esame verrà condotta in forma di colloquio orale.

Materiale didattico

Documenti

Statistiche per i requisiti di trasparenza (Attuazione Art. 2 del D.M. 31/10/2007, n. 544)

I dati relativi all'AA 2004/2005 non sono ancora disponibili

ornamento
Inizio pagina