Storia della tradizione classica BC (i) (2017/2018)

Codice insegnamento
4S02107
Docente
Francesco Donadi
Coordinatore
Francesco Donadi
crediti
6
Settore disciplinare
L-FIL-LET/05 - FILOLOGIA CLASSICA
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 2A, Sem. 2B

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

il corso si propone di avviare alla conoscenza e alla comprensione dei rapporti forti e ineludibili fra antichità classica e modernità

Programma

Titolo del corso: prima parte: Auto da fé (il fuoco "purificatore")
seconda parte: i roghi dei nazisti e l'arte degenerata

Le lezioni verteranno (nella prima parte del corso) sui rapporti spesso drammatici tra letteratura, arte e potere; a cominciare da Protagora, siamo nel V s. a. C., autore di un libro "Sugli dei", bruciato in Atene sulla pubblica piazza, ad Anassagora, accusato di empietà da certo Cleone, e ancora a Cremuzio Cordo, costretto al suicidio nella prima epoca imperiale romana, per concludere coi roghi dell'inquisizione e i roghi nazisti.
La seconda parte del corso sarà dedicata specificatamente ai rapporti tra nazismo e cultura classica: ai roghi dei libri banditi (da Freud a Thomas Mann), e all'arte degenerata (entartete Kunst), le cui opere verrano illustrate.

Il programma definitivo verrà dato prima dell'inizio delle lezioni.

Per chi avesse intenzione di seguire il corso, consigliamo la lettura di:
Ray Bradbury, Farenheit 451 (qualsiasi edizione),
J. Chapotout, Il nazismo e l'antichità (pagine da stabilire)
A. Fattori, Il cavaliere dell'apocalisse. George Grotz, il dada a Berlino e la mostra nazista dell'arte degenerata (Biblioteca d'Orfeo)
Elias Canetti, Auto da fé (Adelphi)

Modalità d'esame

esame orale

Statistiche per i requisiti di trasparenza (Attuazione Art. 2 del D.M. 31/10/2007, n. 544)

I dati relativi all'AA 2017/2018 non sono ancora disponibili