Antropologia culturale BC (i) (2017/2018)

Codice insegnamento
4S02133
Docente
Anna Maria Paini
Coordinatore
Anna Maria Paini
crediti
6
Altri corsi di studio in cui è offerto
Settore disciplinare
M-DEA/01 - DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
Sem. 2A dal 26-feb-2018 al 21-apr-2018.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Attraverso diverse modalità didattiche (lezioni frontali, discussioni, incontri con esperti, filmati, uscita sul territorio) il corso si propone di introdurre le/gli studenti alla conoscenza critica di concetti chiave della disciplina e di alcuni dibattiti aperti nell’ambito dei contesti teorici ed etnografici contemporanei con particolare riferimento al tema del patrimonio culturale etnografico, mettendo in rilievo le peculiari sensibilità e potenzialità di una prospettiva antropologica.
Alla fine del corso lo/la studente avrà maturato:
a) conoscenze di base relative a concetti di cultura, identità e tradizione;
b) conoscenze di base relative all'antropologia museale e ai musei etnografici del territorio;
c) conoscenze di base relative al concetto di “patrimonio etnografico”, materiale e immateriale.


Programma

Programma del corso:
Il corso introduce le/gli studenti ad alcuni concetti centrali nella disciplina quali cultura, identità, tradizione, memoria, patrimonio e alle questioni metodologiche e teoriche a cui essi rinviano. L’ambito del patrimonio culturale materiale e di quello intangibile e dei processi di patrimonializzazione sarà approfondito tramite la conoscenza di specifiche situazioni etnografiche.


Testi per l’esame:

- F. Dei, 2012, Antropologia culturale, il Mulino, Bologna
- A. Paini, M. Aria, a cura, 2014, La densità delle cose. Oggetti ambasciatori tra Europa e Oceania, Pacini editore, Pisa.
A scelta uno dei seguenti articoli:
- M. Jolly, 2011, “Oggetti in movimento: riflessione sulle collezioni d’Oceania”, in A. Paini, E. Gnecchi Ruscone, a cura, numero monografico La ricerca Folklorica, 63, pp.29-50.
- L. Turgeon, 2007, "La memoria delle cultura materiale e la cultura materiale della memoria", in S. Bernardi, F.Dei, P.Meloni, a cura, La materia del quotidiano. Per un'antropologia degli oggetti ordinari, Pacini editore, Pisa, pp. 103-124.

Per le/gli studenti del Corso di Laurea in Lettere:
(in alternativa al saggio di Jolly o a quello di Turgeon)
Clelia Marchi, 2012, Il tuo nome sulla neve. Gnanca na busia, il Saggiatore, Milano.

Modalità d'esame

Le modalità d'esame sono distinte tra studenti frequentanti e studenti non frequentanti.

Per le/i frequentanti: le modalità di frequenza (2/3 delle lezioni) e di valutazione (in itinere e finale) saranno presentate all’inizio del corso.

Per le/i non frequentanti: l’esame si svolgerà in forma orale. Le /gli studenti sono invitati a presentarsi all'esame con i testi su cui hanno studiato. La prova orale consiste in un colloquio sull’intero programma. La valutazione finale è espressa in 30esimi.

La prova orale attraverso alcune domande sui testi in programma e sugli aspetti tematici in essi trattati vuole verificare:
-l’ampiezza delle conoscenze maturate;
-la proprietà di linguaggio;
-la capacità di fare collegamenti.

Per le/gli studenti internazionali e Erasmus è prevista la possibilità di studiare su testi e sostenere l’esame finale in inglese o francese.

Statistiche per i requisiti di trasparenza (Attuazione Art. 2 del D.M. 31/10/2007, n. 544)

I dati relativi all'AA 2017/2018 non sono ancora disponibili